Avatar for Emerson Welch

by Emerson Welch  |  Marzo 13, 2023

Rafforzare la conoscenza degli esperti in materia attraverso flussi di lavoro collaborativi

Martin Owen

Mentre approfondisco ogni fase di una strategia di gestione dei contenuti di successo, una delle aree di interesse più importanti è l’esperienza unica in materia del tuo personale e il modo in cui condividono le conoscenze e collaborano con il tuo team. Un white paper di Frost & Sullivan recentemente pubblicato Automazione dei contenuti : L’ingrediente essenziale per un ecosistema di gestione del ciclo di vita dei contenuti agile e di successo sottolinea come le organizzazioni possano trarre vantaggio dalla modernizzazione dei propri ecosistemi di contenuti per supportare un’esperienza collaborativa incentrata sul digitale e capire se i contenuti forniti stanno raggiungendo i risultati desiderati.

Al centro dei flussi di lavoro di convalida e approvazione dei contenuti ci sono quegli esperti in materia (PMI) che stanno trasmettendo le loro conoscenze per creare e fornire contenuti di grande impatto che aiutino la tua azienda a differenziarsi e vincere nei tuoi mercati competitivi.

< p> La tua attuale infrastruttura operativa supporta la capacità delle PMI di collaborare sui contenuti e fornire le informazioni più accurate, conformi e informative in un formato facile da consumare? È importante sottolineare che i contenuti vengono forniti personalizzati, localizzati e raggiungono il pubblico giusto, al momento giusto, tramite il dispositivo giusto per un consumo ottimale?

Fuori il vecchio

Digital-first collaborazione sui contenuti abilita i contenuti scrittori, PMI, responsabili di linee di business e altre parti interessate per condividere file all’interno dell’organizzazione e gestire processi di revisione e approvazione facilmente accessibili per una precisione ottimizzata e un time-to-market più rapido. Al contrario, un processo di condivisione manuale soggetto a errori e dispendioso in termini di tempo crea un rischio significativo per la tua azienda che porta a problemi di controllo della versione e gravi implicazioni di rischio per la sicurezza.

La tua azienda non sarà in grado di tenere il passo con le odierne richieste di contenuti dei clienti se i tuoi processi e il tuo software riflettono ancora il tradizionale modello di flusso di lavoro dei contenuti, spesso basato su carta, in cui le PMI lavorano in silos e i contenuti vengono adattati manualmente per ciascuna delle diverse tipologie di stampa e digitale canali. Influirà anche sulla tua capacità di sentirti sicuro che i contenuti creati sono personalizzati, si connettono con il cliente e soddisfano i requisiti di conformità che variano in base all’area geografica e al settore.

D’accordo con il nuovo processo di automazione

L’automazione dei flussi di lavoro di collaborazione sui contenuti consente a più persone all’interno dell’organizzazione di lavorare insieme su un singolo contenuto, una serie o un progetto di contenuti più ampio in un ecosistema digital-first. Quando le organizzazioni implementano strumenti di collaborazione sui contenuti all’interno della loro infrastruttura tecnologica, i vantaggi sono infiniti, tra cui una maggiore efficienza e produttività che mantengono i team “connessi” ed eliminano i silos di lavoro.

Promuove una vera collaborazione sui contenuti, in modo che i team dei contenuti possano lavorare con le PMI e altri soggetti chiave in tutta l’azienda (approvvigionamento, legale, risorse umane, ecc.) per assegnare, rivedere, commentare e approvare i contenuti.

L’automazione migliora l’efficienza, la produttività e la tracciabilità, mantenendo i team connessi eliminando gli assoli di lavoro. Lo fa semplificando questi processi lunghi e soggetti a errori, consentendo alla tua organizzazione di abbreviare i cicli di revisione di giorni o addirittura settimane rispetto a un processo di pubblicazione tradizionale centralizzando la raccolta di feedback e il controllo della versione.

Ad esempio, in un circuito chiuso soluzione di gestione del ciclo di vita dei contenuti, un autore può utilizzare la propria soluzione low-code/no-code strumenti di authoring strutturato per creare componenti di contenuto riutilizzabili con tag XML che mantengono il contenuto di origine disponibile in quell’unico componente centralizzato e possono essere ripetuti istantaneamente su qualsiasi output digitale. Nessuno deve rivedere o aggiornare più documenti ogni volta che viene apportata una modifica. Con l’automazione, se un componente di contenuto viene aggiornato, il contenuto aggiornato viene rivisto e approvato solo una volta ed è disponibile per essere pubblicato ovunque.

Il tagging dei contenuti consente alla tua azienda di fornire contenuti altamente personalizzati a un pubblico esterno. Anziché creare documenti monolitici una tantum, le aziende possono ora creare modelli che sfruttano i tag dei contenuti e seguono le regole aziendali prescritte. Ciò consente alla tua organizzazione di generare contenuti rapidamente e di essere sicura che soddisfino i requisiti aziendali e di conformità.

Non solo questo approccio è altamente efficiente ed economico, ma è anche l’unico approccio che consente di attraversare i fusi orari globali e creare e distribuire contenuti personalizzati su larga scala.

Per saperne di più su come l’automazione può semplificare i flussi di lavoro dei contenuti per supportare la distribuzione di contenuti personalizzati e controllati dalla conformità a qualsiasi output digitale, vai Qui.

Per leggere il white paper, Automazione dei contenuti: l’ingrediente essenziale per un ecosistema di gestione del ciclo di vita dei contenuti agile e di successo, vai Qui.

Per saperne di più su Quark Publishing Platform NextGen e su come può aiutarti nel tuo percorso verso la gestione del ciclo di vita dei contenuti, puoi richiedi una demo.

Copied to clipboard

Recent Blogs

Gestire con successo i contenuti altamente regolamentati su scala globale

  • |

Creatività senza confini: Il viaggio di Malla Mela come innovatrice del design

  • |

Conoscere Hedieh Kazemzadeh, responsabile dell’acquisizione e dello sviluppo dei partner presso Quark

  • |