Avatar for Martin Turner

by Martin Turner  |  Dicembre 30, 2021

12 brillanti consigli per la progettazione dei contenuti, parte 2

Content Design Tips

Abbiamo fatto il conto alla rovescia fino a Natale sui nostri canali social media con 12 giorni di brillanti consigli sui contenuti. Grazie a Martin Turner per averci fornito alcune riflessioni aggiuntive su ciascuno di essi. La scorsa settimana abbiamo esplorato il primi sei, e oggi concludiamo con gli altri sei. Ci auguriamo che possiate trovare ispirazione o almeno qualche buon promemoria per le festività natalizie e non solo. Buon anno da Quark!

7. Aggiornate le applicazioni e le utility

.

È un buon momento per assicurarsi di utilizzare le ultime versioni delle applicazioni e delle utility, ma fate attenzione se decidete di aggiornare il sistema operativo.

Nel corso degli anni, la maggior parte dei power user (e tutti i designer sono power user) acquisisce piccole utility e applicazioni che li aiutano molto. Purtroppo, però, con l’aggiornamento dei sistemi operativi o dell’hardware, molte di queste utility smettono di funzionare. A volte è perché il creatore le ha abbandonate, ma spesso è perché ci è voluto un po’ di tempo per aggiornarle. Questo è un buon momento dell’anno per tornare alle vostre utility preferite, quelle che usate sempre, e quelle che si usavano una volta, e controllare se c’è un aggiornamento. Questo può avere dei vantaggi collaterali inaspettati: anche un’utilità che non si usa più può creare problemi ad altre cose a causa di un vecchio codice che interferisce con qualcos’altro.

Già che ci siamo, vale sempre la pena di aggiornare le applicazioni all’ultima versione, ma prima di aggiornare il sistema operativo bisogna pensarci bene. Gli aggiornamenti delle nuove applicazioni generalmente risolvono i problemi, mentre le nuove versioni del sistema operativo di solito li creano. Alcuni di questi problemi, come le vecchie stampanti e gli scanner su cui fate affidamento che smettono di funzionare, non saranno mai risolti. È molto raro che un aggiornamento della versione del sistema operativo porti una nuova funzionalità di cui si ha effettivamente bisogno, a differenza delle applicazioni. Gli aggiornamenti intermedi, ovviamente, sono un’altra cosa: accettate sempre gli aggiornamenti intermedi, soprattutto se fanno riferimento a un problema di sicurezza.

8. Lasciatevi ispirare dal passato.

Musei, gallerie e biblioteche sono stati impegnati nella digitalizzazione e nel caricamento di decine di migliaia di tesori culturali non protetti da copyright, in modo da poter accedere a secoli di ispirazione per il design.

Un esempio è la British Library, http://www.bl.uk/manuscripts/Browse.aspx, dove è possibile sfogliare manoscritti e libri antichi stampati. Che siate alla ricerca di un’autentica lettera miniata medievale, di un’illustrazione d’epoca della Belle Epoque o semplicemente di un bordo decorativo, la ricchezza di dieci secoli di progettisti precedenti è ora a vostra disposizione in un modo che in precedenza avrebbe richiesto un ricercatore dedicato e un budget di migliaia di euro.

Mentre vi ispirate al passato, prendetevi un po’ di tempo per migliorare la vostra comprensione della storia dei caratteri tipografici. Il British Museum mette gentilmente a disposizione esemplari di caratteri antichi nell’introduzione alla sua collezione online. Spesso si può parlare in modo sottile non solo attraverso la scelta dei caratteri, ma anche attraverso il modo in cui li si utilizza nel layout. Ricordate che in QuarkXPress è possibile impostare una crenatura e un tracciamento personalizzati per un carattere, nonché migliorare la sillabazione e persino il modo in cui viene trattata la punteggiatura alla fine delle righe. I caratteri raffinati sono più belli.

9. Passare all’intelligenza artificiale.

Se avete bisogno di un volto, questo https://thispersondoesnotexist.com è un sito gratuito che genera un numero infinito di volti artificiali, unici e privi di copyright.

Di tanto in tanto, ogni designer si trova a dover reperire volti che non sono identificati con nessuno in particolare. Non è possibile recuperarli semplicemente da Facebook e così via, sulla scia degli scandali legati al copyright che hanno colpito le grandi aziende che hanno tentato di farlo. Ma l’intelligenza artificiale ci viene in soccorso con https://thispersondoesnotexist.com, un sito gratuito che genera un numero infinito di volti artificiali generati dall’intelligenza artificiale a partire da volti reali. Dovrete aggiornare lo schermo un paio di volte e dovrete guardare attentamente per assicurarvi che non ci siano segni di riconoscimento. Se le persone non sono il vostro forte, potete

Anche i cavalli, i gatti, le sostanze chimiche e persino l’arte. Tutto questo è esente da copyright e completamente unico per voi: nessuno userà mai più quei volti e nessuno si lamenterà che avete usato il loro volto senza autorizzazione.

Se i volti non sono quello che vi serve, tenete d’occhio quello che c’è: Gli Stylegan (che è il modo in cui funziona tutto questo) sono un settore in crescita e ne arrivano sempre di più.

10. Eseguite il backup delle vostre preimpostazioni.

Fate un backup delle vostre macro, azioni, librerie, ecc. per non perdere nessuno dei preziosi strumenti che avete creato.

Nel corso degli anni avrete probabilmente sviluppato tutti i tipi di preset, macro, azioni, fogli di stile e altri metodi per ridurre i tempi. Si tratta di incredibili risparmi di tempo, fino al momento in cui un’anomalia o un aggiornamento imprevisto del software li cancella o non riescono a trasferirsi sul vostro nuovo computer. Eseguite un backup separato delle vostre preimpostazioni: questo può farvi risparmiare ore di frustrazione.

Vale anche la pena di rivedere i regali che all’epoca erano ottimi, ma che ora sono diventati un ostacolo. La maggior parte dei software ha subito molti cambiamenti e alcune delle vostre preimpostazioni potrebbero non funzionare più, oppure potrebbero essere state sostituite da funzioni molto più ricche integrate direttamente nelle applicazioni stesse. Con l’avvicinarsi della fine delle vacanze, è un buon momento per dare un’occhiata a ciò che si sta utilizzando e se è ancora la cosa giusta. Lo stesso vale per i flussi di lavoro deprecati. In QuarkXPress, molti utenti esportano ancora i file di stampa per distillarli successivamente in file Acrobat utilizzando la finestra di dialogo di stampa. Questa procedura è stata sostituita da tempo dall’output diretto in PDF, che offre funzioni migliori e meno problemi, ma spesso continuiamo a fare le cose perché siamo abituati a farle.

Mentre rivedete i vecchi preset, ci sono nuove cose che continuate a ripetere anche se sapete che potrebbero essere automatizzate?

11. Non dimenticate la stampa.

Le voci sulla scomparsa della stampa sono state molto esagerate, e i prezzi sono più ragionevoli di quanto si possa pensare.

Non solo la stampa non è morta, ma stiamo addirittura vivendo la sua età dell’oro. I costi di riproduzione della stampa digitale sono crollati negli ultimi anni, il che ha fatto scendere anche i costi e le tirature minime della stampa offset. Per le grandi quantità, la stampa flessografica è di qualità nettamente superiore a quella di 10 anni fa e la riproduzione CMY può ora soddisfare molte delle esigenze precedentemente coperte solo dalla CMYK. La determinazione dei prezzi online rende anche molto più facile avere un’idea più rapida del costo reale delle cose. Se lavorate da più di cinque anni con la stessa lista di costi mentali, potreste rimanere piacevolmente sorpresi.

Molte tipografie ora non solo hanno i loro prezzi, ma anche i loro modelli online. Ricordate che nelle versioni attuali di QuarkXPress è possibile importare e convertire facilmente non solo i modelli PDF, ma anche i file di modelli IDML.

Se non avete ancora un campione di carta di ciascuna delle vostre tipografie preferite, inviate subito un’e-mail e chiedetene uno. Potete migliorare notevolmente l’esperienza dell’utente finale scegliendo una carta migliore, e potete anche far risparmiare ai vostri clienti molti soldi evitando di scegliere alla cieca uno stock più costoso “per sicurezza”.

12. Pulire la macchina.

Sia i Mac che i PC funzionano meglio con molto spazio libero, quindi cancellate ciò che non vi serve, svuotate la cache dei font, perché quelli corrotti possono creare scompiglio, e pulite letteralmente lo schermo e la tastiera per eliminare i batteri.

Avete un po’ di tempo libero per la fine dell’anno? Questo è il momento ideale per fare un po’ di pulizia sul vostro computer di progettazione. La maggior parte dei designer (in realtà, la maggior parte delle persone) tende a salvare le cose fino a quando il computer non è quasi pieno, e poi cancella solo quanto basta per poter continuare a lavorare. In realtà, sia le macchine Windows che quelle Mac funzionano molto meglio se c’è una grande quantità di spazio libero. Se vi trovate di fronte alla clessidra o alla palla che gira, a blocchi improvvisi o a riavvii inaspettati, liberare spazio su disco archiviando su un disco esterno dovrebbe essere la prima cosa da fare. Già che ci siete, pulite fisicamente lo schermo e la tastiera. Gli scienziati hanno scoperto che la tastiera di un computer è più ricca di batteri di un bagno medio.

E, una volta fatto questo, pulite la cache dei font. FontExplorer Pro e molte altre utility consentono di farlo. I font corrotti possono compromettere la stabilità del computer, ma spesso sono l’ultima cosa che si cerca. Se non li avete mai puliti prima, è il momento di farlo ora.

Martin Turner è un professionista delle pubbliche relazioni con 30 anni di esperienza nella commissione e nella progettazione di materiali stampati, pubblicitari e di marketing online. Si è laureato in lingua e letteratura inglese all’Università di Oxford e successivamente ha lavorato nel settore artistico, automobilistico e sanitario prima di gestire la propria consulenza nel branding commerciale. Martin è anche un utente esperto di QuarkXPress da molto tempo.

Copied to clipboard

Recent Blogs

Affrontare la complessità dei contenuti aziendali – l’aggiunta dell’automazione la rende facilmente raggiungibile

  • |

Celebrare la creatività: L’entusiasmo di Naman Kumar per il design con QuarkXPress

  • |

Creatività senza confini: La passione di Ove Detlevsen per la stampa

  • |